Seleziona una pagina

-È stato appena annunciato il programma del Donizetti Opera Festival 2021, la più importante manifestazione mondiale dedicata al compositore bergamasco. Il suo direttore musicale, Riccardo Frizza, è entusiasta dell’edizione 2021, in cui dirigerà L’elisir d’amore con Javier Camarena nel ruolo principale. Altri momenti salienti per Frizza nella prossima stagione saranno l’apertura della stagione al Teatro Real di Madrid con La Cenerentola e il suo ritorno al Metropolitan di New York con Lucia di Lammermoor.

Maggio 2021
L’ultimo Donizetti Opera Festival è stato durante la pandemia ed è stato complicato“, spiega Riccardo Frizza da Parigi, dove sta facendo le prove per La Sonnambula che dirigerà al Théâtre des Champs-Elysées il 15 giugno. Nonostante le restrizioni imposte durante questa difficile situazione in Italia, il Festival ha creato un canale televisivo online per presentare le opere del programma 2020 (con alcuni necessari aggiustamenti, naturalmente, causati dalla pandemia), rendendo il Festival il primo evento ad offrire spettacoli da un teatro chiuso al pubblico. “È davvero emozionante vedere che il lavoro duro che abbiamo fatto in quei mesi così difficili per il Festival e per il paese è valso la pena. Fortunatamente, quest’anno guardiamo al futuro con speranza, in un festival in cui il nostro fedele pubblico potrà tornare al Teatro Donizetti recentemente rinnovato“, racconta Frizza, direttore musicale del Festival. La manifestazione si svolgerà tra il 18 novembre e il 5 dicembre, e Frizza dirigerà la prima opera in cartellone, L’elisir d’amore, con un cast spettacolare che include il tenore messicano Javier Camarena nel ruolo di Nemorino e una nuova produzione diretta da Frederic Wake-Walker. Prima il 19 novembre e repliche il 28 novembre e il 5 dicembre.
Ad aprire il Festival Donizetti sarà però un “operashow” con frammenti di opere di Donizetti, Offenbach, Rossini e Mozart, con la drammaturgia di Alberto Mattioli e Francesco Micheli, direttore del Festival. Da segnalare la partecipazione del basso bergamasco Alex Esposito e degli artisti dell’Accademia Bottega Donizetti (18 novembre). La programmazione operistica prevede altri due titoli: La fille du régiment, con la spagnola Sara Blanch nel ruolo di Marie, John Osborn come Tonio e Paolo Bordogna come Sulpice, in un nuovo allestimento diretto da Ernesto Doñas (21 e 26 novembre e 3 dicembre). La terza opera in programma, Medea in Corinto, è di Simon Mayr, maestro di Donizetti. Il cast comprende Roberto Lorenzi, Michele Angelini e Carmela Remigio, la regia è di Francesco Micheli e sarà diretta da Jonathan Brandani (20 e 27 novembre e 4 dicembre).
Tutti i titoli delle opere saranno, come di consueto, interpretati a partire dalle nuove edizioni critiche. Completa il programma un recital di Sara Blanch e Paolo Bordogna al Teatro Sociale di Bergamo.
Oltre a dirigere nel Festival Donizetti nella stagione 2021-2022, Riccardo Frizza aprirà la stagione al Teatro Real di Madrid con La Cenerentola di Rossini e tornerà al Metropolitan di New York con Lucia di Lammermoor di Donizetti nell’aprile 2022.