Seleziona una pagina

– La città italiana è stata una delle più colpite al mondo dal Covid-19. Il famoso direttore italiano eseguirà la messa per i defunti di Donizetti in un evento che sarà trasmesso da RAI1 alla presenza del presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella.

Giugno 2020
Il 28 giugno Riccardo Frizza, direttore musicale del Donizetti Opera Festival di Bergamo (Italia), dirigerà la Messa da Requiem di Gaetano Donizetti alle porte del Cimitero Monumentale della città lombarda in memoria e come omaggio alle vittime del Covid-19. La pandemia ha colpito duramente la città e l’intera regione del Nord Italia. Il concerto avverrà in presenza delle più alte autorità del paese guidate dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e parteciperanno interpreti strettamente legati al territorio, come il soprano Eleonora Buratto, il mezzosoprano Annalisa Stroppa, il tenore Piero Pretti e il basso Alex Esposito con il coro e l’orchestra Donizetti Opera.
Riccardo Frizza ha affermato che “il potere evocativo della musica aiuterà a celebrare questo rito comunitario” con cui inizia l’attività culturale della città. “Prima di organizzare qualsiasi iniziativa artistica, che è profondamente radicata nella nostra cultura, riteniamo necessario offrire questo omaggio alle vittime e al dolore comune che tutti abbiamo provato per la perdita di così tanti cari. Per questo il Requiem di Donizetti è l’opera più adatta, eseguita da artisti legati al Festival di Donizetti e alle città di Bergamo e Brescia, e li ringraziamo per aver deciso di partecipare per un compenso simbolico “, ha dichiarato il Maestro italiano.
La Messa da Requiem fu composta da Donizetti nel 1835 dopo la morte di Vincenzo Bellini, per cui il compositore bergamasco professò profonda ammirazione, e fu eseguita per la prima volta nella Basilica di Santa Maria Maggiore a Roma il 28 aprile 1870, ventidue anni dopo la morte di Donizetti.
A luglio Riccardo Frizza parteciperà al macro-concerto Il cuore italiano della Musica organizzato dall’Arena di Verona, al quale prenderanno parte 25 cantanti e altri tre direttori d’orchestra.