Seleziona una pagina

Il mezzosoprano italiano comincia il 2020 come protagonista de Il Barbiere di Siviglia al Teatro Carlo Felice

Gennaio 2020

Dopo aver concluso il 2019 con un nuovo successo come protagonista de La Cenerentola all’Opera di Amburgo, il mezzosoprano italiano Annalisa Stroppa comincia l’anno con uno dei suoi personaggi più amati, Rosina de Il Barbiere di Siviglia di Rossini al Teatro Carlo Felice di Genova (repliche il 15, 17 e 19 gennaio). La cantante riconosce di avere un affetto particolare per il ruolo che debuttò al Teatro dell’Opera di Roma nel 2012 diretta da una vera e propria autorità nel repertorio belcantista come è il Maestro Bruno Campanella. In seguito è tornata nei panni del personaggio nei teatri di Berlino, Losanna, Barcellona, Tel-Aviv, Verona, Bilbao, Dresda e Monaco di Baviera.

Per Stroppa, Rosina, la futura Contessa di Almaviva, “è una ragazza molto sensibile e allo stesso tempo determinata alla ricerca della felicità lontano da una vita rinchiusa alla quale la costringe il tutore. è come un bocciolo di rosa pronto a fiorire e sogna di trovare il principe azzurro. Ha un carattere ricco di sfaccettature e questo mi piace molto perchè permette di variare nella sua interpretazione. Fin dalla sua prima aria dimostra di essere molto intelligente astuta, caparbia nell’ottenere ciò che vuole. Rosina è un personaggio che amo moltissimo. Dal punto di vista vocale è molto comodo per me ed inoltre mi piace per il suo carattere. Rosina può tranquillamente essere una ragazza di oggi, è un personaggio molto attuale: una giovane alla ricerca delle propria identità, della propria libertà e soprattutto dell’amore. Mi diverto ad interpretare le varie sfaccettature del suo carattere, dolce e sognatrice con Lindoro, complice e determinata con Figaro, ribelle e furba con Bartolo!”, ha spiegato il mezzosoprano che nel teatro lirico genovese aveva già interpretato un altro ruolo da belcantista, Adalgisa (Norma, Bellini). Sempre come Rosina tornerà nell’aprile del 2020 sul palcoscenico della Bayerische Staatsoper di Monaco, in giugno al Budapesti Nyári Fesztivál (Ungheria) mentre in luglio la presenterà al Savonlinna Summer Festival in Finlandia. Tra gli altri impegni, dopo Genova, Stroppa sarà Adalgisa a Napoli, riprenderà la sua applaudita protagonista Carmen di Bizet a Mallorca e sarà Geltrude nell’Amleto di Franco Faccio al Teatro Filarmonico di Verona.