Seleziona una pagina

-Il musicista italiano, direttore musicale dell’evento, aprirà la stagione di Bilbao ad ottobre con Lucia di Lammermoor

Settembre 2019

Sabato 21 settembre il direttore musicale del Donizetti Festival di Bergamo Riccardo Frizza, insieme al direttore del Festival Francesco Micheli, ha ritirato a Berlino il premio per Miglior Festival nella prima edizione degli Oper! Awards, i premi assegnati dalla rivista tedesca Oper!. Frizza, che ha appena aperto la stagione dell’Opéra National di Parigi con I Puritani di Bellini e che in ottobre sarà a Bilbao per aprire la stagione dell’ABAO con Lucia di Lammermoor, si è dichiarato molto felice per il riconoscimento: “È il premio a un lavoro di squadra, ma soprattutto al genio di un compositore fondamentale nella storia del genere operistico come Gaetano Donizetti ”.

Donizetti è stato uno dei protagonisti della cerimonia, dato che tra i vincitori è stato premiato nella categoria Miglior Debutto il tenore spagnolo Xavier Anduaga proprio per la sua partecipazione all’ultima edizione del Festival di Donizetti, e la registrazione de L’ange de Nisida (Opera Rara) ha vinto nella categoria Miglior CD, unica opera del compositore di Bergamo che non è ancora stata portata su un palcoscenico e che si potrà vedere a novembre al Festival, che si dedica a recuperare e presentare le opere di Donizetti. “Il nostro obiettivo è recuperare le opere del compositore in maniera rigorosa e fedele alle fonti originali”, ha spiegato Frizza, “cosa che ci sta permettendo di dare nuovo valore alla figura di Donizetti.  A Bilbao, ad esempio, interpreteremo Lucia di Lammermoor nella tonalità originale per la quale è stata scritta usando, inoltre, la glassarmonica oggi in disuso per accompagnare le variazioni del soprano nella famosa scena della pazzia”.

Al prossimo Festival di Bergamo, il maestro Frizza dirigerà Lucrezia Borgia oltre al Gala Donizetti (novembre), prima di recarsi a Chicago per tre concerti incentrati sulle grandi scene delle regine Tudor di Donizetti (Anna Bolena, Maria Stuarda e Roberto Devereux) a cui darà voce il soprano Sondra Radvanovsky (dicembre), e per tornare poi a Parigi con Il Pirata di Bellini (dicembre), un altro dei grandi compositori belcantisti.