Seleziona una pagina

-Il musicista spagnolo ritorna in ottobre al Teatro Comunale di Santiago del Cile per dirigere sei repliche de L’Italiana in Algeri

Settembre 2019
L’agenda di José Miguel Pérez-Sierra, specialista del bel canto romantico e rinomato esperto delle opere del compositore italiano Gioachino Rossini, lo porterà il prossimo ottobre sul podio dell’Opera Nazionale cilena con sede nello storico Teatro Comunale di Santiago del Cile, teatro in cui l’artista spagnolo ha lavorato per diversi anni consecutivi in splendida armonia con l’orchestra e il pubblico della città. Questa volta Pérez-Sierra si occuperà di dirigere i due cast che daranno vita alle sei repliche programmate de L’Italiana in Algeri in una produzione firmata da Rodrigo Navarrete. Nel primo cast ci saranno Victoria Yarovaya nei panni di Isabella, Anton Rositskiy nei panni di Lindoro, Pietro Spagnoli nei panni di Mustafa e Orhan Yildiz nei panni di Taddeo, mentre nel secondo spiccano gli artisti locali Evelyn Ramírez e Ricardo Seguel.
José Miguel Pérez-Sierra ha diretto per la prima volta quest’opera rossiniana, senza dubbio uno dei capolavori del genere buffo, all’Opera di Las Palmas de Gran Canaria nel 2010, dirigendola in seguito al Rossini Festival di Wildbad (Germania). Con una quindicina di opere del compositore belcantista nel suo repertorio, l’unione tra il compositore italiano e direttore spagnolo lo ha portato a una carriera piena di successi, a partire dal debutto al Rossini Opera Festival di Pesaro (Italia) nel 2006 con Il viaggio a Reims, debutto che lo convertì nel più giovane direttore musicale a salire sul podio del Festival italiano.
Di grande successo anche la relazione con con il Teatro di Santiago, che lo ha visto trionfare negli ultimi anni con opere come I Puritani (2014), Il Turco in Italia (2015), La Cenerentola (2017) e Il Barbiere di Siviglia (2018).
Dopo il suo impegno a Santiago del Cile, Pérez-Sierra dirigerà la Bilbao Symphony Orchestra in un programma sinfonico,  Norma all’Auditorium Baluarte di Pamplona, ​​L’elisir d’amore a Las Palmas e El Barbarillo de Lavapiés al Teatro de La Maestranza da Siviglia.