Seleziona una pagina

-Torna all’Opera di Metz e dirige il suo ottavo titolo pucciniano

Dicembre 2018

Dopo aver raggiunto un successo senza precedenti a Marsiglia con La donna del Lago di Rossini, il maestro spagnolo José Miguel Pérez-Sierra tornerà ancora una volta alla Opéra-Théâtre de Metz (Francia) per il suo ottavo titolo pucciniano: Tosca. Infatti Pérez-Sierra si incaricherà di dirigere l’opera con protagonisti la cantante-attrice Floria Tosca e il suo amante, il pittore Mario Cavaradossi, dopo aver già affrontato con successo Madama Butterfly, Turandot, La Bohème, Il Trittico (formato da Il Tabarro, Gianni Schicchi e Suor Angelica) e Manon Lescaut. Per completare il catalogo del compositore italiano mancano solo quattro
opere: La Fanciulla del West, La Rondine, Edgar e Le Villi, queste ultime due raramente programmate nelle stagioni operistiche.
Pérez-Sierra non nasconde il suo entusiasmo per la sua prima Tosca: “Si tratta di un’opera iconica non solo in riferimento alla produzioni di Puccini ma per tutto il mondo operistico”. Le repliche saranno l’1, il 3 e il 5 febbraio, in una nuova produzione a firma di Paul-Émile Fourny, direttore artistico del teatro francese.
Tra i prossimi impegni per il direttore spagnolo ci saranno la zarzuela El barberillo de Lavapiés a Madrid, Carmen a Metz e L’italiana in Algeri al Teatro dell’Opera Nazionale del Cile.