Seleziona una pagina

-Il maestro italiano torna al Liceu e alla stagione di ABAO-Olbe

Novembre 2018
Dopo essere salito sul podio del Teatro La Fenice di Venezia per Semiramide di Rossini in occasione della commemorazione del 150 ° anniversario della morte del compositore e aver inaugurato il Festival Donizetti di Bergamo, dove ha debuttato come direttore musicale, con un concerto e con la dimenticata opera del compositore bergamasco Il Castello di Kenilworth, il direttore Riccardo Frizza ritorna a dicembre al Gran Teatre del Liceu di Barcellona per dirigere un altro capolavoro belcantista, L’italiana in Algeri di Gioacchino Rossini. In seguito partirà per Bilbao , a gennaio, per dirigere I Lombardi alla prima crociata di Giuseppe Verdi.
A Barcellona Frizza potrà dimostrare la sua padronanza del repertorio belcantista, di cui è riconosciuto come esperto a livello internazionale, accompagnato da due cast di specialisti dello stile come i mezzosoprani Varduhi Abrhamyan e Maite Beaumont, i tenori Maxim Mironov e Edgardo Rocha e i bassi-baritoni Luca Pisaroni e Simon Orfila. La produzione sarà del Teatro Regio di Torino, firmata dalla regia di Vittorio Borrelli. Repliche il 13, 14, 15, 17, 18, 19, 21, 22 e 23 dicembre.
In gennaio, al suo ritorno sul podio della Asociación Bilbaína de Amigos de la Ópera (ABAO-OLBE) Riccardo Frizza si misurerà con un’opera di Verdi raramente programmata, I Lombardi alla prima crociata, con repliche il 19, 22, 25 e 28 gennaio. L’opera fa parte del progetto Tutto Verdi di ABAO, un’iniziativa che intende proporre tutte le opere del compositore italiano (il repertorio verrà completato con Alzira e Jerusalem). In questa occasione il cast sarà composto dalle voci di José Bros, Ekaterina Metlova e Roberto Tagliavini nei ruoli principali, in una produzione di Lamberto Puggelli per il Teatro Regio di Parma.