Seleziona una pagina

-In ottobre il direttore d’orchestra debutterà al Teatro Petruzzelli di Bari con l’opera di Rossini e tornerà a Madrid con la diva del belcanto

Settembre 2018

Il direttore spagnolo José Miguel Pérez-Sierra ha appena trionfato in Cile con Il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini, compositore che conosce come pochi altri e che segnò il suo esordio dieci anni fa al Festival di Pesaro dedicato al musicista italiano. E sarà sempre con Rossini, questa volta con l’opera Tancredi in una produzione firmata da Pier Luigi Pizzi, che Pérez-Sierra debutterà il prossimo 19 ottobre sul podio del Teatro Petruzzelli di Bari, noto come “La Scala in Italia meridionale”.

Nelle sei repliche previste (19, 20, 21, 23, 24 e 25 ottobre) si alterneranno due cast nei ruoli principali e Pérez-Sierra volerà immediatamente dopo a Madrid dove lo attendono al Teatro Real il 28 ottobre per dirigere il leggendario soprano Mariella Devia. L’impegnativo programma vedrà i due artisti cimentarsi nel repertorio belcantista romantico, che entrambi conoscono e interpretano alla perfezione. In particolare sarà possibile ascoltare le scene finali di Maria Stuarda e di Anna Bolena, di Donizetti, accompagnati dalla partecipazione del Coro e dell’Orchestra del Teatro madrileno.
Nei mesi seguenti l’agenda del maestro spagnolo prevede diversi impegni europei tra cui La donna del lago (Rossini) all’Opéra di Marsiglia (Francia), Tosca (Puccini) all’Opéra-Théâtre di Metz (Francia) e la zarzuela El barberillo de Lavapiés (Barbieri) nel Teatro de La Zarzuela di Madrid.