Seleziona una pagina

– Il cantante italiano incorporerà anche il mitico ruolo di Calaf di Turandot

Luglio 2018
Il tenore italiano Andrea Carè inizierà la stagione 2018/19 con il suo debutto alla Finnish National Opera di Helsinki (Finlandia) con uno dei personaggi più emblematici del suo repertorio, Mario Cavaradossi di Tosca (Puccini), un ruolo che ha cantato in città come Stoccarda, Strasburgo, St. Margarethen, Parma e Detroit, e che nella sua presentazione ad Helsinki interpreterà in dieci spettacoli tra il 7 settembre e il 18 ottobre. Oltre alla sua prima apparizione alla Finnish National Opera, Carè debutterà anche in un’altra delle grandi capitali internazionali della lirica, la Wiener Staatsoper, dove a dicembre interpreterà Pinkerton di Madama Butterfly (Puccini). ” Sono personalmente e artisticamente felice della prossima stagione perché mi verrà data l’opportunità di tornare a lavorare con direttori, registi e colleghi che stimo tantissimo, debuttare in nuove città e incorporare ruoli interessanti nel mio repertorio. Non vedo l’ora di mettere piede per la prima volta sul palco di uno dei teatri più importanti del mondo, come la Wiener Staatsoper, e di cantare nella bellissima Opera House di Helsinki”, commenta l’interprete.

Prima, tra ottobre e novembre, il tenore di Torino tornerà alla Royal Opera di Stoccolma (Svezia) dove tornerà nei panni del suo applaudito Radames di Aida (Verdi). Alcuni mesi dopo, a febbraio e marzo 2019, Andrea Carè tornerà ancora una volta nella capitale svedese, questa volta come Rodolfo de La Bohème (Puccini).

Il tenore italiano inizierà il 2019 con il suo ritorno al Théâtre Royale de la Monnaie / De Munt a Bruxelles con La Gioconda (29, 30 gennaio, 1, 3, 5, 6, 8, 10, 12 febbraio), titolo che nel mese di aprile canterà anche nel suo atteso ritorno al Gran Teatre del Liceu di Barcellona.

Tra gli altri impegni, più avanti lo aspetta un nuovo e atteso debutto, un personaggio che sicuramente diventerà una presenza costante nella sua carriera, il principe Calaf in Turandot (Puccini), ruolo che incorporerà a maggio al Teatro La Fenice di Venezia. Successivamente lo aspetta Un ballo in maschera che segnerà il suo ritorno in un altro dei grandi teatri del mondo, il Bolshoi di Mosca. “Attendo con impazienza di riprendere in mano e approfondire ruoli che amo fortemente come Enzo Grimaldo nella Gioconda, Radames in Aida e Rodolfo de La Bohème. Sono anche molto emozionato per il mio ritorno in uno dei miei teatri preferiti, La Fenice di Venezia, vestendo i panni di un personaggio che ho tanto atteso come quello di Calaf in Turandot di Puccini”.