Seleccionar página

Dessì-Armiliato©NicolaAllegri– La coppia d’oro della Lirica Italiana è tornata al Festival Puccini di Torre del Lago per il debutto del regista cinematografico Ettore Scola nel mondo dell’opera

Luglio 2014

Una standing ovation alla fine dello spettacolo e interminabili chiamate al sipario sono state tributate al cast stellare, e tutto italiano, della prima de La Bohème di Giacomo Puccini diretta dal maestro Valerio Galli al Festival Puccini di Torre del Lago, che vedeva l’atteso ritorno alla regia di un’opera lirica del grande maestro del cinema Ettore Scola. Daniela Dessì e Fabio Armiliato, splendidi protagonisti e in superba forma vocale, hanno emozionato fino alle lacrime il pubblico di un teatro tutto esaurito, con le loro voci e la loro interpretazione dei personaggi di Mimì e Rodolfo, consegnando una lettura del capolavoro pucciniano già definita “storica” dal pubblico, dalla critica e dalle molte personalità del mondo dello spettacolo e della cultura presenti. Accanto a loro Alessandro Luongo, Alida Berti, Marco Spotti, Federico Longhi e Angelo Nardinocchi hanno dato vita ai loro personaggi in modo straordinariamente credibile. La mano del regista Ettore Scola ha contribuito a rendere il dramma vero e emozionante, grazie anche alla suggestiva scenografia di Luciano Ricceri, mentre il maestro Valerio Galli ha saputo guidare con bravura e competenza l’orchestra del Festival Puccini creando, attraverso una perfetta scelta dei tempi musicali e drammatici, le atmosfere necessarie ad accompagnare lo svolgersi della narrazione. Una serata davvero indimenticabile che per fortuna la pioggia, nonostante un forte temporale dopo il primo atto, non ha voluto rovinare e che ci ha fatto ancora una volta capire quanto la musica lirica e in generale la cultura in Italia sia ancora viva e in grado di produrre qualcosa di una bellezza e di una forza uniche, quando gli interpreti sono di questa levatura. La serata è stata dedicata alla scomparsa del grande tenore Carlo Bergonzi.